Renovo per le “macerie culturali”

In data 10/04/2018 con nota a firma dell’organo comune della rete, Renovo ha offerto  disponibilità immediata per prestare le attività propedeutiche alle messe in sicurezza in ambito di patrimonio culturale danneggiato dagli eventi sismici ancora in atto.

Si dava in particolare disponibilità immediata a coadiuvare le strutture del ministero beni culturali e i comuni affinché venisse scongiurata la perdita di valore culturale dei beni vincolati e/o ope legis nelle zone colpite dagli eventi sismici in conseguenza di mancata o errata effettuazione di interventi di rimozione e/o messa in sicurezza.

Recupero beni mobili e opere d’arte gravemente danneggiate

Come noto svariate circolari e linee guida del MIBACT oltre che il buon senso impongono misure di particolare attenzione per l’effettuazione dei lavori di messa in sicurezza in occasione di demolizioni/rimozioni da effettuarsi in maniera mirata e selettiva su parti di beni culturali.

Il MIBACT impone una selezione delle macerie prodotte su tre tipologie:

– macerie di tipo A quelle afferenti a beni culturali per vincolo o ope legis ai sensi del D. Lgs. 42/2004;

– macerie di tipo B quelle afferenti all’edilizia storica;

– macerie di tipo C quelle afferenti ad edilizia moderna priva di valore storico culturale

Attraverso le suddette linee guida vengono definite altresì le modalità di rimozione e selezione degli elementi costitutivi e decorativi di pregio derivanti le demolizione/rimozione, a seguito delle quali, le amministrazione comunali devono individuare, nel territorio di propria competenza, in tempi brevi, aree facilmente accessibili  ove stoccare e conservare i materiali che potranno essere riutilizzati nella successiva fase di ricostruzione.

Il rischio concreto è di non reperire sul territorio le opportune competenze professionali necessarie a catalogare e selezionare i materiali di demolizione.

E’ chiaro che una normale impresa edile in grado di demolire un manufatto non è in grado di distinguere un elemento di valore culturale sotto il profilo di storico, artistico, antropico, testimoniale e di unicità.

 

Trasporto opere d’arte di importanza nazionale

Avendo colto il rischio anzi descritto e le difficoltà di organizzare efficaci interventi  che richiedono una molteplicità di profili professionali culturali Renovo ha deciso di offrire la piena collaborazione, certo di poter risolvere con assoluta professionalità le delicate questioni di conservazione e tutela che riguardano le messe in sicurezza sia con opere provvisionali che con rimozione e smontaggio di parti relative a beni culturali.

2018-04-11_091511

Rilevamento grafico di dettaglio dell’elemento in dissesto e successiva ricostruzione 

La rete offre sotto il coordinamento univoco dell’organo comune le seguenti opportunità:

– effettuazione immediata di rilevamenti in laser scanner e documentazione fotografica di dettaglio anche 3D;

– assistenza archeologica per monumenti o parti di monumenti ante medioevo (cat. SOA OS25);

– sorveglianza archeologica per assistenza allo scavo e altre operazioni (cat. SOA OS25);

– redazione relazioni di restauratori  (catalogazione, asportazione parti, consolidamento) (cat. SOA OS2A);

– predisposizione di lavori di consolidamento e messa in sicurezza superfici decorate (cat. SOA OS2A);

– catalogazione, rimozione e custodia beni culturali mobili in depositi di nostra proprietà in prossimità del cratere;

– realizzazione depositi temporanei di prossimità;

– realizzazione di opere murarie di puntellamento cerchiatura e quant’altro (cat. SOA OG2);

– demolizioni speciali anche con asportazione in sicurezza di elementi architettonici (cat. OS23);

– rimozione materiali contenenti amianto (cat. OG12);

– altro.

Distacco lacerti di affresco in prossimità di apparati murari in dissesto

Le aziende della rete non sono solo specializzate e idoneamente attestate ma posseggono una comprovata capacità nei specifici settori verificabile dalla storia pluriennale delle stesse e dall’importanza di commesse eseguite anche su monumenti di rilievo nazionale.

Renovo resta a disposizione per offrire assistenza ai fini dell’alta tutela dell’interesse culturale pubblico.

10/04/2018

Architetto Paolo Capriotti dell’organo comune di rete.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...