Definito il quadro normativo per l’impiego dei bonus casa per l’accollo nella ricostruzione

In attesa che si definisca la modalità di impiego dei bonus “potenziati”, quale misura alternativa al contributo di ricostruzione, sembra invece essersi definitivamente formato il quadro normativo per l’utilizzo dei bonus casa per la copertura dell’accollo al contributo di ricostruzione.

L’ordinanza 111 del commissario alla ricostruzione ha infatti risolto alcune situazioni per meglio raccordare le normative di riferimento, andando a stabilire così delle nuove estensioni a bonus esclusi e a modificare l’ordinanza 60 che ad oggi resta la guida operativa per finalizzare la tanto richiesta combinazione.

L’ordinanza summenzionata pare aver risolto anche la questione più volte sollevata legata alla tardività delle asseverazioni che, come detto, in via generale, deve essere allegata alla richiesta di titolo edilizio.

Per aggiornare i nostri partner su queste novità, nella giornata del 23 dicembre 2020 abbiamo effettuato una giornata studio con le nostre aziende, i tecnici, gli avvocati e fiscalisti per presentare alla nostra organizzazione l’iter da seguire quando viene richiesta la copertura dell’accollo in bonus.

Sono state risolte tutte le problematiche anche in vista dei cantieri già avviati con le regole già valevoli di cui all’ordinanza 60 che prevedono l’ applicazione del sisma bonus tradizionale all’accollo.

Risolta quindi definitivamente la questione di rappresentazione contabile della concomitanza finanziaria, il parallelismo dei pagamenti, oltre alle consuete problematiche di gestione del credito e l’assorbimento dei costi finanziari.

Consigliamo a tutti i soggetti interessati di predisporre per tempo la pratica di ricostruzione in modalità bonus casa, al fine di non trovarsi a disfare il lavoro svolto. Abbiamo notato che l’affiancamento in origine di personale qualificato risolve tante problematiche di assestamento progettuale successivo.

E’ fondamentale definire preventivamente l’iter da seguire e la corretta allocazione delle spese, oltre che organizzarsi per i visti fiscali, nei più dei casi necessari.

La nostra organizzazione resta a disposizione per la consulenza necessaria e l’esecuzione dei lavori da realizzarsi con tale modalità: anche qui, cosa necessaria è organizzarsi con preventivo anticipo.

Il nostro sportello bonus casa costituito da fiscalisti e tecnici specializzati nel settore offre tutte le garanzie del caso: dalla prima assistenza e verifica di fattibilità, al rilascio dei visti necessari per i super bonus.

In questo 2021, congestionato di impegni produttivi derivanti dall’esplosione della domanda in edilizia, stiamo concedendo priorità alla ricostruzione post sisma, ma resta necessario organizzarsi per tempo.

06/01/2021

Direzione Renovo