Preistruttoria per la definizione del contributo spettante. Brillante idea!

L’Ordinanza Commissariale n. 46 ha portato una bella novità che sul serio potrebbe dare la tanta attesa accelerata alla ricostruzione.

Viene infatti introdotta, per il residenziale e per il produttivo, la determinazione preventiva del livello operativo.

index

In termini pratici si tratta di definire in anticipo, attraverso una preistruttoria, quanti soldini ci sono a disposizione per effettuare l’interventi di riparazione.

Questa pensata produce il benefico effetto di raggiungere il progetto in maniera immediata e diretta senza rischio di bocciature e/o ridimensionamenti.

La norma prevede che i soggetti legittimati possono chiedere all’Ufficio speciale per la ricostruzione, mediante la procedura informatica predisposta dal Commissario straordinario ovvero a mezzo PEC, una valutazione preventiva alla richiesta di contributo in ordine alla definizione del livello operativo.

Alla richiesta deve essere allegata la necessaria documentazione ai fini della determinazione del livello operativo ottenuto sulla base della combinazione degli “stati di danno” e dei “gradi di vulnerabilità” .

Come noto a stato di danno e ìl grado di vulnerabilità si definisce il costo parametrico che altro non è che un costo di riparazione al metro quadro di superficie da riparare.

Visto che questa preistruttoria miracolosa è una facoltà impiegabile dal duo progettista – beneficiario c’è da sperare che si prenda sempre e comunque la buona abitudine di chiederla, per non trovarsi a buttare del tempo cosa che proprio non possiamo permetterci.

Arch. Paolo Capriotti

12/01/2018

Comments are closed.

Create a website or blog at WordPress.com

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: